Selezionati i migliori Poster per la Pace dal Club Floridia Val D’Anapo con una cerimonia che ha premiato un quintetto di giovanissimi artisti

Particolarmente interessante e ben riuscito l’evento organizzato dal Club Lions Floridia Val23316801_1497475660318364_4414416044522947428_n23316348_1497475890318341_7570314824218042928_n23244462_1497475530318377_3462252277369842422_n23380365_1497476006984996_7099403045941509169_n

D’Anapo, del quale è Presidente, per l’anno sociale 2017/2018, il dott. Salvatore Calafiore,
riguardante la selezione per il Concorso internazionale “Un Poster per la Pace”, attività punta di
diamante dell’Associazione più conosciuta al mondo a livello umanitario. La cerimonia si è svolta,
giorno 9 novembre, presso l’Aula consiliare del Comune di Floridia, alla presenza del Sindaco e
socio Lions di Floridia, dott. Gianni Limoli, del Past Governatore, nonché socio onorario del Club
floridiano, ing. Salvatore Ingrassia, del Presidente della Zona 17, avv. Giuseppe Vaccaro, del
Presidente della Zona 18, prof. Antonio Russo, e di un pubblico numeroso e molto partecipe. Ad
essere selezionato un quintetto di giovani studenti delle scuole locali, che si è qualificato come
finalista al famoso Concorso internazionale, che è stato sponsorizzato dal Club Floridia Val
d’Anapo.
Il Club Lions International sponsorizza tale Concorso ormai da 30 anni, allo scopo di offrire ai
ragazzi delle scuole secondarie di primo grado quella opportunità che consente loro di esprimere il
loro pensiero e le loro aspirazioni per un futuro di pace e di comprensione tra i popoli attraverso il
loro talento artistico. Il Club Lions International, sin dall’anno 1917, si prodiga attivamente e con
elevato impegno ad effettuare un utilissimo servizio comunitario e, soprattutto, a sostenere
programmi ed interventi in tutto il mondo a favore dei più giovani.
Si sono distinti, per l’Istituto comprensivo “S. Quasimodo” di Floridia, lo studente Raffa Simone,
per l’Istituto comprensivo “E. De Amicis” di Floridia, la studentessa Zappulla Chiara, per l’Istituto
comprensivo “A. Volta” di Floridia, la studentessa Fileccia Giulia, per l’Istituto comprensivo “G.
M. Columba” di Sortino, la studentessa Sanzaro Desirè e per l’Istituto comprensivo “E. Vittorini” di
Solarino, lo studente Pistritto Samuele. I poster presentati da parte delle scuole erano ben 250 ed i 5
selezionati per l’occasione sono stati premiati per l’originalità, per il merito artistico e per
l’attinenza al tema di quest’anno.
La selezione è avvenuta grazie ad una giuria qualificata, costituita da: Nino Sicari, prof. di
discipline pittoriche, in qualità di Presidente della giuria, dal dott. Salvatore Calafiore, Presidente
del Club Lions di Floridia, e dai soci, ing. Claudia Faraci, prof.ssa Katia Chiaramonte, dott.
Carmelo Spada e prof. Roberto Arioti, secondo i canoni dell’originalità e della rappresentatività del
tema, che quest’anno è “Il futuro della pace”. I poster selezionati seguono un determinato iter,
concorrendo a livello distrettuale e, successivamente, multidistrettuale insieme ad altre opere
vincenti, per concludersi con il livello internazionale, qualora riuscissero a superare le varie fasi
intermedie. Attraverso una votazione, il pubblico ha scelto l’opera più rappresentativa,
individuandola nel poster di Pistritto Samuele, che ha ottenuto in premio una valigetta per artista.
Nel corso dell’incontro, non sono mancati i momenti di intrattenimento, per cui si sono esibite le
ballerine della palestra “Olympus” di Floridia, che hanno mostrato la loro bravura e competenza,
per cui elevato è stato il consenso del pubblico.
Il Presidente del Club Lions Floridia Val D’Anapo, dott. Salvatore Calafiore, ha espresso il proprio
apprezzamento per il grande impegno e la creatività mostrata dagli studenti di tutte le scuole in
favore del Service: “Osservando le opere in concorso, risulta evidente che questi giovani hanno idee
precise sul tema della pace. Pertanto, sono davvero lieto che il nostro Club abbia potuto offrire loro
l’opportunità di condividere con tutti noi la loro visione della pace”.
Maria Luisa Vanacore

Comments are closed.